lunedì 26 agosto 2013

L'UFO di Rendlesham e la storia del codice binario

Tra tutti i casi ufologici della storia quello che ha per protagonista la Foresta di Rendlesham (Suffolk, Inghilterra Sud-orientale, tra la base della RAF di Woodbridge e quella di Bentwaters) è probabilmente uno dei più interessanti e clamorosi, sia da un punto di vista della dinamica dell'accaduto che della attendibilità dei testimoni: tutti aviatori ed ufficiali che scrissero un dettagliato rapporto.
Cosa accadde in breve nella notte del 26 dicembre 1980? Un oggetto non identificato che sembrava dirigersi verso la vicina foresta di Rendlesham venne individuato dai radar della base di Bentwaters.
Tre militari, tra cui il sergente Jim Penniston e l'aviatore John Burroughs si inoltrarono nella foresta aspettandosi di trovare un velivolo abbattuto. Giunti nella radura tutto si illuminò di una luce bianca accecante. Penniston disse che scorse un veicolo triangolare nero attraversato da luci di colore blu, arancione e giallo. Il sergente, avvicinandosi all'oggetto stesso tese la mano, ne percepì il calore e toccò dei simboli. La sua mente venne bombardata da una sequenza di numeri 0 e 1. Il giorno successivo Penniston appuntò sul suo taccuino alcuni geroglifici, uno schizzo dell'oggetto e quella serie di numeri, riempiendo molte pagine di quello che si scoprì, solo in seguito, essere un messaggio nascosto all'interno di un codice binario. Alla fine dell'esperienza i loro orologi erano indietro di 40 minuti e il contatto radio era saltato. Dopo pochi minuti dall'avvistamento l'oggetto si alzò in volo ed esplose in tanti altri piccoli oggetti luminosi.
Il vice comandante della base, il Colonnello Charles Halt, fece rapporto al Ministero della Difesa: "The objects to the north remained in the sky for an hour or more. The object to the south was visible for two or three hours and beamed down a stream of light from time to time. Numerous individuals, including the undersigned, witnessed the activities...".
Molte persone videro l'UFO anche nelle due notti successive, tra cui proprio Halt.lo stesso colonnello notò come i livelli di radioattività negli alberi erano parecchio superiori alla media, le fronde fossero piegate e le cortecce danneggiate. Proprio quando erano intenti a registrare i dati sul territorio, di nuovo un oggetto luminoso si ripropose, si avvicinò ed esplose in cinque luci più piccole.
Solo nel 1983 la storia venne a galla e divenne un caso mediatico. La versione ufficiale della base fu che i militari scambiarono l'UFO per il fascio luminoso di un vicino faro.
Nike Pope, Ministro della difesa britannico dal 1985 al 2006, conferma oggi il cover up militare di allora e spiega come effettivamente alcuni agenti della sicurezza videro alcune luci strane nella foresta e il personale militare ebbe il compito di investigare. Tuttavia gli aviatori furono costretti a tralasciare molti dettagli dell'accaduto.
Nel dicembre del 2010, trentesimo anniversario del loro avvistamento, i due ex aviatori sentirono il bisogno di visitare nuovamente Rendlesham.
Due mesi prima un programmatore decodificò le prime cinque pagine del codice binario di Penniston. All'interno di quegli zero e 1 trovò il seguente messaggio:
Exploration of Humanity
52° 09' 42.532'' N
13° 13' 12.69 W
CONTINUOUS
FOR PLANETARY ADVANCE
(Le coordinate appartengono ad un luogo nella costa occidentale dell'Irlanda).
Le altre 17 pagine del codice ad oggi non sono state ancora rese pubbliche.
Grazie a questa nuova, straordinaria evidenza, gli avvistamenti di Rendlesham possono essere classificati nella scala di Hynek tra il I tipo (percezione visiva della presenza di un oggetto), del II tipo (fenomeni fisici risultanti la presenza dell'oggetto) e del V tipo (comunicazione telepatica con l'oggetto stesso).
Di recente, nel sito dell'avvistamento, la Commissione forestale ha istituito un itinerario ad hoc di quasitre miglia che si snoda fra simbologie, riproduzioni in scala delvelivolo avvistato dai testimoni e registrazioni audio originali deiprotagonisti di quella che è stata ormai ribattezzata la "RoswellBritannica".

AUTORE: DAVID MAZZERELLI

1 commento:

Anonimo ha detto...

http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2014e.html. 8100 loght years