mercoledì 15 settembre 2010

La Collina di Tara (Temair)

La collina di Tara nella splendida Contea di Meath, anche conosciuta con il nome gaelico di Temair, era un tempo l'antica sede del potere in Irlanda. 142 pare che siano stati Re che da qui governarono l'isola in tempi sia storici che preistorici. i re si dice che vi regnava e storico in tempi preistorici. Nell'antica mitologia e Religione Irlandese, Temair era la sacra dimora degli Dei e un importante ingresso per l'Altromondo, il che rende la zona frequentatissima dal Piccolo Popolo. Infatti gli alberi che si trovano in zona si dice che siano regolarmente visitati dalle Fate, prendendo appunto il nome di Fairies Trees.

Faeries Tree - Hill of Tara
Si dice che San Patrizio si sia recato a Tara per affrontare l'Antica Religione proprio in uno dei suoi luoghi più sacri.
All'inizio del XX secolo, un gruppo di Israeliti si recò a Tara con la convinzione che la mitica Arca dell'Alleanza fosse sepolta sotto la collina. Essi eseguirono alcuni scavi nel "Tumulo del Sinodo" alla ricerca dell'Arca, ma rinvennero soltanto qualche moneta di epoca Romana.
Nel 1950, scavi ufficiali hanno portato alla luce svariati fori che, presumibilmente, potevano fungere da base per dei pali e sostanzialmente, a delle costruzioni.
Una nuova teoria suggerisce che Tara sia nientemeno che l'antica capitale del regno perduto di Atlantide. La mitica terra di Atlantide era quindi l'Irlanda, secondo questa fantasiosa tesi.
Ci sono un gran numero di monumenti e strutture di terra sulla collina di Tara, il primo insediamento nel sito risale al neolitico, e il "Tumulo degli ostaggi" è stato costruito intorno al 2500 AC circa.
Sono oltre 30 i monumenti visibili sul sito, e ne esistono probabilmente altrettanti che non hanno resti visibili in superficie, e potrebbero essere studiati con tecniche non invasive e rilevati da fotografie aeree. Solo due monumenti a Tara sono state scavati: Il Tumulo degli ostaggi nel 1950, e il Rath (Forte) del Sinodo, a cavallo tra il XIX e il XX secolo.

La Pietra del Destino

Lia Fail - Hill of Tara
Sulla sommità del “King Seat” (Forradh) di Temair troviamo il più famoso dei monumenti di Tara, il più famoso dei monumenti di Tara, la Lia Fail, o “Pietra del Destino”, l’antica pietra usata per incoronare i Re d’Irlanda, portata secondo la mitologia dai divini Tuatha De Danann, insieme ad altri 3 oggetti magici: La Lancia di Lugh, la Spada di Nuada e il Calderone di Dagda.
Si narra che la Pietra ruggisse quando veniva toccata dal legittimo Re d’Irlanda.
Precedentemente situata appena a nord del “Tumulo degli Ostaggi”, la Lia Fail è stata spostata nella sua sede dopo la battaglia di Tara durante la Rivoluzione Irlandese del 1798 a segnare le tombe di 400 ribelli che vennero massacrati in quel punto della collina. Alcuni dicono che la Pietra del Destino fosse, in passato, il cuscino di Giacobbe del Vecchio Testamento (Splendido esempio del sincretismo religioso Irlandese tra Cristianesimo e Vecchia Religione).
Una leggenda afferma che è solo una di quattro pietre posizionate in origine in direzione dei punti cardinali di Tara, ed è interessante notare che la “Hall of Tara”, l'antico centro politico d'Irlanda, è in linea Nord-Sud con il monolite.

Il Tumulo degli Ostaggi

Il "Tumulo degli ostaggi" è una tomba a passaggio, ed è il più antico monumento sulla collina di Tara, che risale al 2500 AC circa. Il nome deriva dall'usanza degli Alti Re di Tara di trattenere presso la propria corte personaggi importanti dei Regni assoggettati, ostaggi a garanzia della loro fedeltà.
Mound of Hostages - Hill of Tara
Uno dei leggendari Re di Tara è stato soprannominato “Niall dei Nove Ostaggi” in riconoscimento del fatto che ha tenuto in ostaggio una notabile da tutte le province d'Irlanda e dalla Gran Bretagna.
Il passaggio nel Tumulo è breve, ed è allineato sul Sole nei primi giorni di Febbraio e di Novembre, durante le ricorrenze Celtiche di Imbolc e Samhain. quarto giorno cross di novembre 8 e 4 febbraio, l'antico festival celtico di Samhain e di Imbolc.Appena dopo l'ingresso, sulla sinistra si trova un ortostrato decorato di notevoli dimensioni.

I Menhirs del cimitero

Nel cimitero della chiesa sconsacrata che sorge a Tara, ci sono due menhir che si ritiene essere piuttosto antichi, ultime vestigia di un più grande cromlech.
Antichi documenti riportano infatti che in quella porzione di collina sorgevano molte pietre, chiamate Dall, Dorcha, Maol, Bloc e Bluicna.
Il più alto dei due possiede alla base un'ncisione molto rovinata, che si crede che possa essere una rappresentazione della Fertilità, il Dio celtico Cernunnos, simile nella funzione alle tante Sheela-na-gig presenti in tutta l’Irlanda.
Menhirs del cimitero - Hill of Tara
Le pietre possono essere datate al Neolitico, ma è più probabile che risalgano all’Età del Bronzo.
I Menhirs di Tara ricordano anche un’altra antica leggenda, che raccontava dell’usanza secondo la quale i candidati al Trono dovevano guidare a gran velocità il proprio carro verso le pietre. Se questi era davvero predestinato a regnare avrebbe condotto il carro sicuro in mezzo ai due monoliti, altrimenti i due menhirs si sarebbero avvicinati facendo sfracellare l’aspirante usurpatore.

4 commenti:

Alfa ha detto...

Sempre molto interessanti i tuoi post!

McGlen ha detto...

Grazie! E questo è solo il primo di una bella serie!

Antonio from Italy ha detto...

Visitammo Hill of Tara una fredda mattina di dicembre, nel 1995.
Ricordo l'erba ghiacciata che si sbriciolava sotto i nostri piedi.
Purtroppo era il giorno del rientro in Italia e quindi dovemmo affrettarci nella visita e vedemmo davvero poco.
Più che altro è vergognoso che nei 15 anni successivi, nonostante altri 10 viaggi in Irlanda, non siamo più tornati qui. Davvero non ho parole!

McGlen ha detto...

La sola atmosfera che si respira a Tara in una mattina uggiosa e ventosa vale un viaggio...