lunedì 19 luglio 2010

Quinn's Abbey

L'abbazia di Quin (Co. Clare, Eire), che si trova a soli 8 km fuori Ennis, è stato costruita nel XV secolo, secondo la tradizione monastica dei Francescani Irlandesi. I Padri Purcell e Mooney, dopo aver preso i voti sotto l'Ordine di San Francesco, avevano come obiettivo, quello di fondare monasteri francescani in tutta l'Irlanda, e il luogo in cui è stato finalmente costruito Quin sembrava perfetto per questo scopo. Il luogo scelto apparve da subito ideale, in quanto si trova vicino a un fiume e sulla strada principale che collega Limerick a Galway, il che fornisce un facile accesso sia per il trasporto che per il commercio. L'abbazia di Quin fu eretta all'inizio di questo periodo di attività costruttiva, tra l'anno 1402 e 1433. Originalmente, un monastero fu fondato a Quin molto tempo prima, ma andò bruciato nel 1278. Dopo l'incendio, Thomas DeClare, un comandante normanno, costruì un castello fortificato sulle rovine, pensando che fosse indispensabile edificare una fortezza in un punto così strategico.

DeClare pensava che un caposaldo in quel punto, condividendo l'idea dei Padri Purcell e Mooney, fosse fondamentale per una futura espansione territoriale verso Ovest. Il Castello fortificato fu costruito con enormi torri rotonde, le cui rovine si possono ancora ammirare. Il castello venne successivamente abbandonato, e il clan MacNamara eresse una nuova chiesa sulle sue rovine,a partire dall'anno 1350, usando le mura a Sud del castello di DeClare per costruire la chiesa con orientamento da Est a Ovest. A nord della chiesa sorge una sacrestia e gli alloggi per il clero.
Questa chiesa comunque, non durò molto, e nel 1402 Sioda Cam MacNamara cominciò a costruire il chiostro principale dell'attuale abbazia per il frati francescani. Una vecchia storia narra che, diversi anni prima, il figlio di MacNamara cadde nel fiume Ryan mentre giocava vicino alle rovine del castello. Secondo il racconto, MacNamara fece voto a Dio che se Egli avesse risparmiato la vita di suo figlio, avrebbe compiuto una buona azione per la Chiesa. Pertanto, quando suo figlio sopravvisse all'incidente, decise di edificare l'abbazia sulle rovine del vecchio castello. Nel 1430, con l'approssimarsi della fine dei lavori, Mahon MacNamara aggiunse il campanile e la Cappella della Madonna. La costruzione venne completata nel 1433, e da quel momento i frati sono stati incoraggiati a insediarsi nella zona, e venne concessa loro la licenza a vivere lì. Non vi sono notizie certe del monastero per i successivi cento anni, quindi si presume che i frati vivessero le loro esistenze tranquillamente e pacificamente. Il folklore locale racconta che ogni sera, durante questo periodo, alcuni frati scendevano in un luogo chiamato Ardsolas, "Il Tumulo di Luce", e accendevano un faro per i viaggiatori che attraversavano il fiume.
Durante la Riforma Inglese nel 1541, il monastero fu confiscato da Enrico VIII, e parte dei terreni appartenenti alla chiesa fu concesso a qualsiasi capitano fosse disposto a pagare l'altissimo prezzo imposto dal Re per quelle terre. Questo nuovo sistema di possesso individuale è drasticamente differente dal tradizionale possesso "in cooproprietà" del vecchio Clan. Il "miglior offerente" per Quin fu Conor O'Brien, Earl di Thomond, che lasciò andare in rovina l'edificio. Mantenne il possesso dell'abbazia solo fino al 1584, quando venne attaccato da Donnchadh O'Brien. Donnchadh sconfisse Conor, ma la sua vittoria fu di breve durata, fino a che le truppe inglesi furono inviate a riprendere l'abbazia. Sebbene Elisabetta I abbia perdonato questo attacco, gli Inglesi in Irlanda sapevano che non potevano permettersi di lasciare correre episodi del genere, e decisero di punire Donnchadh appendendolo ancora vivo al campanileMolte riparazioni dovettero essere fatte all'abbazia, e gli Inglesi rimasero in forze a Quin fino a quando la minaccia di un nuovo attacco non fosse stato ridotta al minimo. Successivamente i MacNamara riacquistarono il controllo dell'abbazia e, con l'aiuto dei nuovi frati, intrapresero le necessarie riparazioni che Conor O'Brien e gli inglesi avevano trascurato. Dal 1641 in poi, nel monastero venne aperta una scuola che serviva quasi 800 studenti. Quando però arrivò Cromwell, dieci anni più tardi, i frati vennero tutti messi a morte e il monastero distrutto e profanato. Diciannove anni più tardi, l'abbazia è stata restaurata e restituita ai frati ancora una volta, ma pochi di loro sono tornati a Quin questa volta. I frati andariono e venirono per alcuni anni, fino al 1691, quando l'esercito Irlandese sconfitto si ritirò fin sotto le mura del monastero. I frati mantennero il loro legame con il monastero fino al 1760, quando furono espulsi. Tuttavia, il frate John Hogan rimase dentro le rovine del castello fino alla sua morte nel 1820. Il frate soggiornò nell’ abbazia, rimanendone a guardia per diversi anni, e quando non è stato nominato successore dopo la sua morte, la storia dei frati dell’Abbazia di Quin ebbe fine.

1 commento:

Alfa ha detto...

Una storia interessante!

Ti ho linkato!